Ultima modifica: 26 maggio 2018
> News > News > Project work 4E con Università Bocconi e Corriere della Sera

Project work 4E con Università Bocconi e Corriere della Sera

Quattrocentoventi studenti delle superiori, 26 scuole coinvolte tra Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Veneto e Roma, cinque giornalisti del Corriere, tre docenti della Bocconi e tante snack news proiettate e commentate tutti insieme. Questi i numeri della giornata, organizzata nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro delle superiori, che il 28 marzo scorso aveva portato in Bocconi gli studenti della quarta E del nostro Liceo. Obiettivo ultimo, oltre a riflettere sulla contemporaneità, quello di stimolare le classi intervenute a sfidarsi nella creazione di snack news, le migliori delle quali sarebbero entrate nel palinsesto del programma.
Salutate dal rettore della Bocconi Gianmario Verona e dal vicedirettore del Corriere, Daniele Manca, che hanno ricordato ai ragazzi come il progetto di snack news sia un modo per spingere alla riflessione e all’approfondimento su ciò che sta loro intorno, le classi delle scuole superiori avevano seguito tre diversi workshop con altrettanti professori della Bocconi protagonisti di alcune snack news: avevano così discusso con Arianna Vedaschi della longevità della Costituzione italiana, con Gaia Rubera della possibilità che, ogni giorno di più, diamo alle imprese di profilarci come consumatori attraverso i big data e con Carlo Altomonte delle trasformazioni dello scacchiere politico-economico. A fine giornata, l’incontro con i quattro giornalisti del Corriere che ideano e realizzano ogni settimana le snack news, che avevano spiegato ai ragazzi come si svolgono il lavoro giornalistico e l’attività produttiva che stanno dietro ai due minuti delle puntate. Due ore di confronto con Marco Castelnuovo, caporedattore del Corriere mobile, e con Diana Cavalcoli, Paolo Decrestina e Michela Rovelli, i tre volti protagonisti delle snack news.

E proprio i ragazzi sono stati i protagonisti della fase successiva del progetto snack news: le classi coinvolte nella giornata in Bocconi nelle settimane successive si sono messe all’opera per ideare e realizzare una o più snack news.

Il 24 maggio la sorpresa: sempre nell’Aula Magna della Bocconi, il premio per la miglior snack news 2018 è stato assegnato proprio alla nostra quarta E, che ha sbaragliato gli altri venticinque istituti concorrenti.

A ritirare il premio, a nome di tutta la classe, c’erano Jacopo Azzola, Chandra Carrara, Ester Colombo e Nicola Manzoni. Il video, dal titolo “Eureka! Non è colpa dell’euro”, sarà inserito nel palinsesto delle snack news. Da settembre, è inoltre prevista un’ulteriore collaborazione tra la nostra classe e Corriere della Sera.